Le Roi. Gloria e onta di Michel Platini

«La mia vita è un romanzo in cui ho interpretato diversi personaggi».

Se lo dice Michel Platini c’è da crederci.

La sua vicenda umana e calcistica del numero 10 più famoso di Francia è ricostruita in Le Roi. Gloria e onta di Michel Platini, il libro scritto da Jean-Philippe Leclaire, edito da 66thand2nd con la prefazione di Gian Paolo Ormezzano.

Si fa presto, però, a dire Le Roi

Non solo sui campi di calcio negli anni ‘80, ma anche alla guida dell’Uefa per tre volte e a un passo da quella della Fifa. Soprattutto si fa presto a distruggere una carriera come quella costruita dal numero 10 che ha vinto tutto tranne che la Coppa del Mondo.

Il giornalista di Équipe Magazine, uno dei più apprezzati in Francia e già autore di una sua biografia, riprende il percorso che aveva tracciato nel 1998 con Le roman d’un joueur e va oltre per spiegare, appunto, il calciatore e l’uomo di potere restituendo in oltre 400 pagine tutta la complessità e l’ambiguità del personaggio. Come per il primo libro, anche per questo Platini ha declinato tutte le richieste di interviste che l’autore gli ha fatto tra il settembre 2015 e il marzo 2016. Nonostante questo e come lo stesso autore ammette, Platini non ha ostacolato il suo lavoro altrimenti Leclaire non avrebbe potuto incontrare tante persone vicine a lui.

Dalle origini piemontesi all’arrivo dei nonni in Lorena

E poi ancora i primi passi nel Nancy nel 1972 fino all’arrivo a Torino. La parte dedicata alla Juventus è il fulcro della sua carriera anche perché coincide con il ritiro dai campi di calcio a soli 32 anni (suo padre Aldo, invece, capitano della squadra del Joeuf giocherà ai più alti livelli regionali fino a 43 anni).

Poche righe affidate a un lancio dell’agenzia Afp annunciano il 17 maggio 1985 il suo ritiro: «È finita. Non potevo più continuare, perché non c’era più piacere. Chi mi conosce bene sa che ho sempre avuto bisogno di provare piacere per giocare e che, senza quel piacere, non avrei mai potuto vivere la mia vita di calciatore».

Quella data segna l’inizio di un nuovo capitolo nella vita di Le Roi che trova nella presidenza Uefa il momento più alto, la scalata al potere nel mondo del calcio.

La battuta d’arresto all’ascesa

Il libro scorre come un romanzo avvincente e, come da tradizione, l’ascesa del protagonista subisce una battuta d’arresto. Leclaire ricostruisce, infatti, in maniera dettagliata e avvincente gli ultimi fatti che hanno portato alla squalifica di Platini da parte della commissione etica della Fifa. Ora, però, come si chiede anche il giornalista, tutti attendiamo di conoscere quale altro personaggio si inventerà Le Roi «per poter ristabilire tutto o una parte del suo glorioso passato».

Leggi Anche